Fari disallineati

I fari non dovrebbero disallinearsi: una volta allineati, dovrebbero rimanere in quello stato fino all’intervento dell’automobilista o dell’officina. A volte, però, capita che si disallineino all’improvviso. Ecco le cause principali:

1. Si è rotto qualcosa. I componenti interni dei fari sono fissati all’alloggiamento (e alla carrozzeria dell’auto) unicamente tramite giunti e viti di regolazione. Poiché oggigiorno queste parti sono per lo più di plastica, nel tempo possono diventare fragili e rompersi anche in seguito a una pressione leggera, come le vibrazioni della guida. I fari che sfarfallano indicano che si è rotto qualcosa.

2. L’ottica danneggiata. Questo tipo di problema si verifica in particolare nei vecchi fari che contengono ancora dischi diffondenti in vetro scanalato. Con questa tecnologia, il disco diffondente svolge un ruolo importante nella distribuzione della luce. Nelle ottiche più recenti e trasparenti, e nei fari con ottiche, la luce viene distribuita in modo diverso. I dischi diffondenti incrinati o con molteplici graffi causati dall’impatto con la ghiaia non distribuiscono il fascio luminoso correttamente, e la linea di demarcazione che impedisce l’abbagliamento dei veicoli in arrivo è meno netta. Purtroppo, ciò accade anche quando le nuove ottiche in plastica trasparente si opacizzano.

3. La regolazione dei fari è compromessa. Il fascio luminoso deve muoversi su e giù solo quando il conducente aziona un disco o una manopola sul cruscotto. Con i sistemi automatizzati, come quelli delle lampade allo xeno, i fari si abbassano quando si carica un peso supplementare sul veicolo. Purtroppo capita che il sistema di regolazione dei fari si muova anche quando non dovrebbe, ad esempio in caso di contatto, che può causare lo spostamento verso l’alto e verso il basso del fascio luminoso. Se la luce del faro scende verso il basso e non si sposta più, può essere utile la regolazione manuale, che però non è una soluzione definitiva e rappresenta un compromesso in termini di qualità della luce. Come negli altri casi citati, consigliamo di portare l’auto in officina.

4. Una regolazione più bassa del dovuto. A volte gli automobilisti intervengono per sbaglio sul sistema di regolazione dei fari perché confondono la manopola dell’impianto con il controllo dell’illuminazione del cruscotto. Questo inconveniente può verificarsi anche durante la pulizia del cruscotto. A prescindere dalla causa, tali interventi possono ridurre drasticamente la portata dei fari.

Quando le lampade sono esauste e i filamenti si espandono, come capita durante l’uso, le sorgenti luminose si spostano dal punto focale ideale per la distribuzione della luce impostato durante la configurazione iniziale. Chi usa lampade di qualità, come le lampade OSRAM, è al riparo da questi problemi, al contrario degli automobilisti che installano prodotti senza marca e di dubbia qualità. In generale, comunque, sostituendo le lampade prima che esauriscano, si evitano gli inconvenienti di cui abbiamo parlato.

Commento a questo articolo

*Campi obbligatori